Pubblicità immobiliare e social network

Era il 2010 e su Il Sole 24 Ore si leggeva: "Il nostro mondo è cambiato e pochi se ne sono accorti". L'articolo sosteneva che è "prioritario ripensarne i piani e i programmi, ... aggiungere la componente emotiva alla creazione di una brand community, raggiungere i propri clienti grazie a una combinazione di vecchi e nuovi media". Oggi questo cambiamento è sotto gli occhi di tutti, e il mondo immobiliare sta entrandoci, alle volte impaurito, altre volte incuriosito.

Si tratta di un vero cambiamento? Senza dubbio! Quantomeno dal punto di vista dei media disponibili per comunicare con i potenziali clienti.

Leasing prima casa

Da quest'anno, con la Legge di Stabilità 2016, per l’acquisto dell’abitazione principale possiamo far ricorso al leasing immobiliare, senza necessità di accendere alcuna ipoteca.

Inoltre il leasing immobiliare consente il finanziamento del 100% del valore dell’immobile, e può anche essere esteso all’arredamento; la durata minima delle formule leasing è di otto anni.

Il mercato immobiliare italiano mostra timidi segnali di ripresa, Moody's Investors Service conferma questo trend positivo in un report pubblicato oggi.

La domanda di mutui per l’acquisto della casa è infatti agevolata da condizioni macroeconomiche positive e dai bassi tassi di interesse.

La nuova legge di stabilità 2016 conferma i precedenti bonus relativi alle abitazioni e ne aggiunge di nuovi:

  • il bonus ristrutturazione, che prevede una detrazione del 50% sulle spese per gli interventi. I costi sostenuti per gli interventi di ristrutturazione sono detraibili al 50% dall’Irpef, in 10 quote annuali dello stesso importo, sino ad un limite massimo di 96.000 Euro.
  • Il bonus mobili, che prevede una detrazione del 50% del costo di arredi e grandi elettrodomestici,
  • l'ecobonus, che prevede una detrazione del 65% dei costi per interventi di miglioramento dell’efficienza energetica.
  • il bonus mobili giovani coppie, che è collegato non alla ristrutturazione, ma all’acquisto della prima casa per coppie, anche conviventi, in cui almeno un soggetto sia under 35; è prevista una detrazione del 50% dall’Irpef, anche in questo caso, ma con un tetto massimo di spesa raddoppiato, sino a 20.000 Euro;
  • il bonus, al 65%, per adeguamenti e messa in sicurezza degli edifici, nelle zone a rischio sismico 1 e 2.

Mutuo parte prima: le basi

Il mutuo, questo sconosciuto... Chiariamo di che cosa si tratta e quale è la soluzione più adatta alle nostre esigenze.

 

Il mutuo è un contratto con il quale una Banca (mutuante) consegna ad un soggetto (mutuatario) una determinata quantità di denaro e quest'ultimo si impegna a restituire altrettanto denaro (più gli interessi pattuiti!) in un certo periodo di tempo.

Mutuo: le rate

Nel post "Mutuo parte prima: le basi" abbiamo introdotto le varie forme di mutuo, affrontiamo ora una questione che sta cuore a tutti noi, come vengono calcolo gli interessi?

Dipende dal tipo di mutuo:

E' di oggi l'ansa che dall'Osservatorio congiunturale dell'Ance arrivano buone nuove per il mercato delle compravendite immobiliari: c'è stato un aumento delle compravendite dello 0,8% nei primi mesi del 2015 e un aumento dei mutui del 35% nel primo trimestre.

Tuttavia la ripresa del mercato è frenata da una tassazione "ancora alta", come suggerito dal presidente dell'Ance, Paolo Buzzetti.

E' di maggio la notizia, certificata dai dati dell’Agenzia delle entrate e dal Gruppo Tecnocasa, e diffusa dalle maggiori testate nazionali, che sono in calo i prezzi del mercato immobiliare, mentre oscillano le compravendite.

Nel 2014 i prezzi, a livello nazionale, sono scesi del 7,2%.

Per rimanere sempre aggiornato sulle novità del mondo immobiliare iscriviti alla nostra newsletter.

Seguici su:

FacebookTwitterGoogle Bookmarks

Sezioni del Blog: